Gnocchi di castagne

gnocchi_castagne

Come promesso, ecco la seconda ricetta con la farina di castagne. Questi gnocchi sono un piatto dal sapore insolito e il pesto, con l’aggiunta di maggiorana, ne costituisce l’abbinamento perfetto.

Gnocchi di castagne
Ingredients
  • 100 g di farina di castagne
  • 40 g di farina 0
  • 500 g di patate
  • 1 uovo piccolo (opzionale)
  • 1 mazzetto di basilico
  • 1 rametto di maggiorana
  • 2 cucchiai di pinoli
  • 1 cucchiaio di pecorino grattugiato
  • 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato
  • olio evo
  • parmigiano
  • sale
  • olio
Instructions
  1. Lessate le patate in acqua salata, sbucciatele e passatele ancora calde allo schiacciapatate.
  2. Setacciate le due farine, aggiungetele alle patate e lavorate fino a ottenere un impasto sodo e compatto. Staccatene un pezzetto e tuffatelo in acqua bollente: se non si disfa, non è necessario aggiungere l’uovo, altrimenti incorporatelo poco alla volta dopo averlo sbattuto.
  3. Tirate dei cordoncini di impasto, tagliateli a tocchetti e metteteli su un vassoio infarinato.
  4. Lavate il basilico e la maggiorana, sfogliatele e asciugatele.
  5. Tostate i pinoli in una padellina antiaderente, tritateli nel mixer con il basilico, la maggiorana, i formaggi, un goccio d’olio e un pizzico di sale.
  6. Lessate gli gnocchi e scolateli non appena vengono a galla.
  7. Conditeli con il pesto leggermente diluito con l’acqua di cottura.

 

Risotto con fichi e feta

risotto_fichi_feta

Il mio fruttivendolo ha detto che tra un paio di giorni “addio fichi”, quelli buoni per lo meno, così ho pensato di testare questa ricetta di una streghetta in cucina, ma ho ritenuto necessario qualche piccola modifica. In casa lo abbiamo apprezzato tutti, bimbi compresi.

Risotto con fichi e feta
Per 4 persone
Ingredients
  • 250 g di riso
  • 1 l di brodo vegetale
  • 8 fichi
  • 70 g di feta
  • 1 scalogno
  • olio evo
Instructions
  1. Fate rosolare lo scalogno in un paio di cucchiai di olio, poi unite il riso e tostatelo per qualche minuto a fiamma alta.
  2. Cominciate ad aggiungere il brodo caldo.
  3. Pelate i fichi e tagliateli a pezzetti.
  4. A pochi minuti dalla cottura aggiungete metà dei fichi e, a cottura ultimata con il fuoco spento, aggiungete la feta sbriciolata e i fichi rimanenti.
Notes
La feta è un formaggio molto sapido, quindi occhio al sale!

 

Gnocchetti al ragù di triglie

gnocchetti_ragu_triglie

Per sentirmi ancora in vacanza ho provato a fare questo piatto che avevo mangiato al mare, nel delizioso bar Nuovo Messico. Davvero goloso.
Si prepara velocemente, a patto di aver già pulito per bene i filetti di triglia e aver preso gli gnocchetti pronti nel banco frigo del vostro supermercato. Se avete tempo e voglia, nulla vieta che ve li prepariate da soli secondo la vostra ricetta, ma poi fateli piccoli.

Gnocchetti al ragù di triglie
Per 4 persone
Ingredients
  • 250 g di gnocchetti di patate (NON gnocchi, mi raccomando!)
  • 1 cipolla rossa
  • 8-9 pomodori piccadilly
  • 200 g di filetti di triglia
  • prezzemolo
  • olio evo
  • sale
Instructions
  1. Pulite i filetti di triglia e togliete ogni eventuale lisca rimasta, poi teneteli da parte.
  2. Affettate sottilmente la cipolla e fatela rosolare in una padella con abbondante olio evo.
  3. Nel frattempo tagliate i pomodori a pezzettini, aggiungeteli alla cipolla e lasciate cuocere per 5 minuti.
  4. Aggiungete i filetti tagliati in modo grossolano e lasciate che si disfino durante la cottura.
  5. Unite una manciata di prezzemolo tritato.
  6. Versate gli gnocchetti nella teglia e lasciate cuocere in base alle indicazioni sulla confezione. Se li avete preparati voi, dovrete cuocerli a parte in acqua bollente salata e poi condirli con il ragù.
Notes
Se non ci sono bambini potete aggiungere un po’ di peperoncino.

 

Pasta alla salsa di prezzemolo

pasta_salsa_prezzemolo

Tra un cambio di pannolino e l’altro bisogna pur mangiare e sebbene le temperature ci portino a preferire frutta, verdura, gelati e cibi freddi, questa salsa è profumatissima e velocissima, insomma, perfetta per l’estate ormai arrivata. Inoltre potete prepararla in anticipo e conservarla in frigorifero fino all’utilizzo. L’abbinamento perfetto è con le trofie, ma io non le avevo e mi sono accontentata delle penne.
La ricetta l’ho trovata su La cucina italiana. Provatela, non ve ne pentirete.

Pasta alla salsa di prezzemolo
Per 4 persone
Ingredients
  • 300 g di trofie
  • 100 g di tonno al naturale
  • 60 g di prezzemolo
  • 50 g di pane pugliese senza crosta
  • 40 g di olio
  • 30 g di mandorle pelate
  • 2 acciughe sott’olio (non indispensabili, ma aiutano il sapore)
  • 1 limone
  • sale e pepe
Instructions
  1. Mentre la pasta cuoce, tagliate a pezzetti il pane, bagnatelo con il succo di limone e altrettanta acqua.
  2. Frullare insieme l’olio, il pane, le mandorle, le acciughe, il prezzemolo, 40g di acqua e una bella macinata di pepe.
  3. Scolate la pasta, conditela con la salsa e completate con il tonno sbriciolato.
Notes
Quando avevo già impiattato ho aggiunto un po’ di mandorle a lamelle. Ci stavano bene.

 

Crema al pomodoro

Crema_pomodoro

Qui la primavera è arrivata, tra sole estivo e piogge quasi autunnali abbiamo toccato i 29°, ma adesso ci siamo posizionati sui più ragionevoli 24°. Tutto ciò per dire che a me è tornata la voglia del mio grande amore, il pomodoro, da mettere ovunque. Certo non sono ancora buoni come in estate e per questo vi consiglio una crema meravigliosa, mio cavallo di battaglia da diversi anni. Può essere considerata una rivisitazione elegante della pappa al pomodoro toscana.

Crema al pomodoro
Ingredients
  • 1 kg di pomodori (io uso i piccadilly)
  • 150 g di pane toscano o pugliese
  • 1 scalogno abbastanza grosso
  • 1 l di brodo vegetale
  • origano
  • prezzemolo
  • rosmarino
  • olio – sale – pepe
Instructions
  1. Fate appassire lo scalogno in qualche cucchiaio d’olio con un pizzico di origano, un rametto di rosmarino e una manciata di prezzemolo tritato.
  2. Quando lo scalogno è cotto, togliete il rosmarino e aggiungete il pane senza crosta tagliato a dadini e i pomodori a pezzetti.
  3. Lasciate insaporire per pochi minuti e poi aggiungete il brodo e fate cuocere per circa 30 minuti a fuoco basso.
  4. Frullate molto bene.
  5. Salate e pepate a piacere.