Milioni di milioni

milioni_di_milioni

Avevo iniziato un libro piuttosto impegnativo, ma arrivata alla decima pagina ho dovuto cedere le armi davanti al mio cervello che rifiutava di concentrarsi.
Ho guardato nella mia libreria in cerca d’ispirazione e ho ceduto a un nuovo Malvaldi.
Questa volta l’ambientazione è diversa, certo siamo sempre in Toscana, ma a Montesodi Marittimo, paesino di una certa altitudine. Non ci sono più i “giovanotti” del BarLume, bensì Piergiorgio e Margherita, due giovani studiosi che vengono mandati dall’università a raccogliere elementi per dipanare il mistero che aleggia su Montesodi: è considerato “il paese più forte d’Europa”.
Tutto sembra filare liscio fino a quando la signora Zerbi, che ospita Piergiorgio, viene trovata morta e il nostro ricercatore capisce subito che non si tratta di attacco cardiaco, ma di omicidio. Le cose vanno di male in peggio quando il maresciallo rivela a Piergiorgio che è l’unico a non avere un alibi. Per scagionarsi inizierà così lui stesso ad indagare.
Certo è cambiata la scenografia, ma l’ironia è sempre la stessa, così come la capacità di caratterizzare i personaggi. Se avete bisogno di distrarvi e divertirvi, Malvaldi è una certezza.

Parole in prestito: “Capita spesso che, nei rapporti tra maschi e femmine, quello che il postulante XY intende come un complimento venga recepito dalla controparte XX come un vero e proprio insulto.
Dite ad una donna una frase di sincera ammirazione (“Ti stanno bene oggi i capelli”) e lei immediatamente darà alle vostre parole un significato sottinteso (“fino a ieri sembravi un covone”) al quale voi non avevate minimamente pensato. Tale assegnazione dei propri timori alle intenzioni altrui da parte della femmina in questione, lo dico alle pulzelle per amor di informazione, è solitamente scorretta, in quanto quando un uomo vi fa un complimento di intenzioni in mente ne ha una sola, e non è sfottervi; casomai, tutto il contrario.”

Milioni di milioni
di Marco Malvaldi
Sellerio editore Palermo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *