Stupore e tremori

Stupore e tremori

Ancora Amelie Nothomb, ma questa volta non è un giallo, è un racconto autobiografico.
Amelie, figlia di un diplomatico, è nata in Giappone e il suo ricordo di quel paese è dolce e straordinario, così quando ha la possibilità di tornare grazie alla Yumimoto, multinazionale giapponese, per lei si avvera un sogno.
Ma la giovanissima Amelie si scontra presto con una cultura aziendale rigidamente gerarchica e si trova ad affrontare un continuo di umiliazioni e soprusi, nonchè un’inarrestabile degradazione nelle mansioni.
Lucido, ironico e crudele questo romanzo racconta lo scontro tra due culture agli antipodi e ci regala uno spaccato originale e agghiacciante della società giapponese.

Parole in prestito: “Non le si poteva tuttavia rimproverare di avere lavorato troppo perchè, agli occhi di un giapponese, non si lavora mai abbastanza.”

Stupore e tremori
di Amelie Nothomb
Ugo Guanda Editore

2 pensieri su “Stupore e tremori

  1. Grazie per il consiglio..l’ho letto dopo la tua review e mi e’ piaciuto molto..ti seguo spesso..bello il tuo blog..Brava!! Un saluto

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *