Ipazia e la guerra tra i sessi

Ipazia e la guerra tra i sessi

Questo breve saggio sulla situazione della donna, la sessualità e il rapporto tra i sessi mi ha lasciata senza parole e ancora di più pensare che sia stato scritto nel 1925.
Poche pagine dense e lucide, dove si dice apertamente quanto sia “fondamentale che la donna che ha figli non venga estromessa dalla vita pubblica”. Eppure Dora Russell non è una femminista ad oltranza, bensì propende per una piena accettazione delle diversità tra uomini e donne e qui sta la sua attualità: è necessario superare l’antagonismo letale fra uomini e donne, ma contemporaneamente si deve riuscire a coniugare l’autonomia individuale con la maternità e l’indipendenza economica.
I diritti e le libertà civili sono necessari, ma se rimangono a livello formale, non possono raggiungere lo scopo per cui sono stati promulgati. E questo ci porta drammaticamente all’oggi dove la situazione è invariata: molte libertà civili sulla carta, ma poche garanzie sociali.
Secondo la Russell, causa di questo divario è una lacuna nell’agenda politica: si tratta della questione sessuale e demografica.
Vi invito caldamente a leggere queste pagine che spingono ad una riflessione sana sulle relazioni tra uomo e donna e su come queste siano influenzate e influenzino la società.

Parole in prestito: “Tutti gli uomini e le donne dotati di intelligenza e vitalità potranno testimoniare che l’essersi conosciuti come amanti significa aver completato una conoscenza reciproca che è mentale e spirituale, oltre che fisica, e essersi arrichiti per sempre l’un l’altro nelle proprie capacità ed energie, nella propria immaginazione.”

Ipazia e la guerra tra i sessi
di Dora Russell (Mrs. Bertrand Russell)
ed. La Tartaruga

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *