Si trova ancora l’uva?

Perchè ho una ricettina niente male. Ho rielaborato la presentazione: invece di una torta, ho fatto delle monoporzioni e credo sia meglio.
Per amor di cronaca vi dico che ho usato le dosi dimezzate.

Delizia all’uva rossa

Ingredients
  • 200 g farina
  • 100 g zucchero (per l’impasto)
  • 100 g latte
  • 75 g burro
  • 1 uovo
  • 1/2 bustina di lievito
  • sale
  • scorza di arancia
  • 1/2 kg uva rossa (prendetela senza semi così vi evitate un sacco di lavoro)
  • 150 g mele
  • 50 g zucchero (per il ripieno)
Instructions
  1. Preparate il ripieno: raccogliete in una casseruola gli acini, le mele, pelate e tagliate a dadini, lo zucchero e qualche scorza di arancia. Cuocete la composta per 35′, quindi lasciatela raffreddare.
  2. Intanto preparate l’impasto di base: montate il burro e lo zucchero con lo sbattitore elettrico ottenendo una crema gonfia e soffice.
  3. A mano unite poi i tuorli, quindi la farina, setacciata con il lievito, alternandola con il latte, un pizzico di sale e un po’ di scorza di arancia grattugiata.
  4. Infine incorporate gli albumi, già montati a neve con un pizzico di sale.
  5. Passate la composta, ormai fredda, con il passaverdura (io l’ho frullata).
  6. Prendete degli stampini in silicone e riempiteli con metà dell’impasto di base, sul quale distribuirete la composta. Coprite con l’impasto rimanente, livellatelo e infornate a 170 °C per un’ora circa.
Notes

La composta risulterà in quantità eccessiva, ma tenela da parte e servitela fredda con i tortini.

Fonte: Lacucinaitaliana.

3 pensieri su “Si trova ancora l’uva?

  1. Ma che bontà!!!! Ho già cucinato il minestrone di farro ed è stato un successo, proverò anche questa ricetta poi ti dirò. Curiosità: fai ancora la focaccia in treccia di tua zia? Se si potresti pubblicarla, mi piacerebbe risentire sapori che mi porterebbero indietro di vent’anni!!! Bacio e continua così e’ sempre un piacere leggere ciò che scrivi!!

    • Grazie cara, sono felice che il minestrone sia venuto bene. Al momento non ho la ricetta della brioche in treccia, ma la chiederò a mia zia e poi naturalmente la pubblicherò.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *