Bicicletta mon amour

Uno dei lati positivi di Firenze è che ci sono molte persone che girano in bicicletta, così lo scorso settembre me la sono comperata anch’io.
Memore dell’anno trascorso ad Amsterdam, città sommersa dalle piste ciclabili, pregustavo già il piacere delle mie scorribande ciclistiche. Il primo giorno è stato un trauma. Non mi ero mai resa conto di quanto fosse difficile andare per le strade fiorentine:
1) i lastricati del centro sono per la maggior parte in condizioni pessime,
2) non esistono regole,
3) i turisti sono ovunque e, forti del loro numero, si buttano per le strade senza controllare se stia arrivando qualcuno e, naturalmente, ignorando i marciapiedi.
Nel giro di qualche giorno ho imparato anch’io le regole del gioco e me ne vado tranquilla scampanellando a più non posso a turisti o adolescenti (qualcuno può spiegare loro che camminare sul marciapiede non danneggia l’immagine?).
Ci tengo a farvi presente che non sono stata la sola ad aver avuto un piccolo shock iniziale: leggete quest’articolo Biking in Florence.

2 pensieri su “Bicicletta mon amour

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *