Open, un romanzo di formazione

Open

Nessun tentativo di stupire, nessuna ricerca di frasi ad effetto, solo “la mia storia”, come recita il sottotitolo, quasi raccontata a se stesso. Una storia reale, vera come potrebbe esserlo quella di chiunque di noi.
Ho resistito a lungo alla tentazione di leggere questo libro perchè credevo fosse diverso, come si immagina diversa una storia di successi sotto i riflettori, ma Andre Agassi si racconta senza pudore, senza sotterfugi, rivelando i momenti più faticosi e bui della sua vita, mostrando come ciò che immaginiamo sia spesso molto lontano dalla realtà. Racconta la storia di una scelta, quella di una vita odiata, perchè “quale che sia la tua vita, sceglierla cambia tutto”.
Se si cade, ci si può rialzare, e non come nei film dove il protagonista di turno, una volta toccato il fondo risale e “vince facile”, ma con fatica, scontrandosi con se stessi, cadendo spesso e rialzandosi sempre.
E’ un romanzo di formazione, una storia vera, mai romanzata o edulcorata. Da leggere.

Parole in prestito: “Una vittoria non è così piacevole quant’è dolorosa una sconfitta. E ciò che provi dopo aver vinto non dura altrettanto a lungo. Nemmeno lontanamente.”

Open
di Andre Agassi
Ed. Einaudi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *