La vita non è un film

la_vita_non_e_un_film

Si beve tutto d’un fiato.
Dopo i primi due capitoli ero un po’ perplessa e temevo di aver preso una cantonata. Una ragazza un po’ bruttina e un bel po’ imbranata ironizza sulla sua cattiva sorte con l’altro sesso, storia trita e ritrita, ma poi si decolla e si ride, davvero tanto. Io l’ho fatto.
In attesa del seguito andrò a ritroso e leggerò “Volevo essere una gatta morta”, primo romanzo di Chiara Moscardelli, omonima della protagonista!

Parole in prestito: “Non diciamo stupidaggini. Meglio morire in sidecar a ottant’anni su un’autostrada cilena che in clinica con una flebo al braccio!”

La vita non è un film (ma a volte ci somiglia)
di Chiara Moscardelli
Ed. Einaudi